Notizie 

03 ott 2016

Andrea Battistoni nominato nuovo Chief Conductor della Tokyo Philarmonic


1475478653bunkyo.jpg

span style="font-family: メイリオ, Meiryo, Osaka, " background-color: #ffffff;">La Tokyo Philharmonic Orchestra (situata a Shinjuku, Tokyo, con Hiroshi Mikitani, presidente) è lieta di dare il benvenuto al Maestro Andrea Battistoni come Direttore Principale da oggi, primo ottobre 2016.

Il Maestro Battistoni è nato a Verona, Italia nel 1987. Dal 2006 ha intrapreso una rapida carriera direttoriale che lo ha portato a esibirsi, con le rispettive compagini orchestrali, in importanti teatri quali Deutsche Oper di Berlino, Teatro Mariinsky di San Pietroburgo, Semperoper di Dresda, Royal Opera di Stoccolma, Teatro La Fenice di Venezia, ecc. Nel 2012 diventa, a soli 24 anni, il più giovane direttore mai salito sul podio del Teatro alla Scala. È uno dei giovani emergenti del panorama musicale internazionale di questa epoca. 

La prima collaborazione fra il maestro e la Tokyo Philharmonic Orchestra, risale al 2012, con l'esecuzione del "Nabucco" di Verdi, una produzione della Tokyo Nikikai. Da allora, la frequenza delle sue esibizioni ha reso la nostra relazione sempre più profonda, e nell'aprile del 2015 il maestro è stato nominato Direttore Principale Ospite. Per celebrare questo appuntamento abbiamo scelto "Turandot" (in forma di concerto) che è stata accolta con calore dal pubblico e dai critici musicali, e grazie alla quale il maestro ha ottenuto un ruolo di primo piano come guida nel mondo musicale. 

La registrazione discografica della "Trilogia Romana" di Respighi eseguita nel 2013 ha ottenuto il secondo premio nella classifica annuale 2015 fatta dalla rivista musicale "L'arte dei dischi". La sua eccezionale direzione della "Prima Sinfonia di Mahler", che il maestro ha diretto come sostituzione improvvisa, ottenendo un grande successo nel gennaio 2014, seguita da "Turandot" (in forma di concerto) e da "Quadri di un'esposizione" ecc. ci ha mostrato la sua sensibilità musicale, l'energia, la drammaticità e l'intelligenza profonda che ci affascinano sempre di più. Sia i concerti che i dischi fatti insieme sono stati accettati sempre con grande entusiasmo dal pubblico. 

Siamo sicuri che, d'ora in poi, approfondendo questo legame fra noi e il maestro potremo entusiasmare il pubblico giapponese ed internazionale, eseguendo una musica sempre più affascinante. 

Siamo sicuri che potete aspettarvi un nuovo mondo musicale che nascerà dalla collaborazione tra il giovane talento italiano e la tradizione dell'orchestra giapponese.


Tokyo Philharmonic Orchestra Indietro